Il Baglio San Vincenzo

Durante la notte il tripudio di luci che si estende in lontananza da Castelvetrano a Selinunte, Porto Palo e Sciacca esalta il “rumore” del silenzio.

baglio_01

baglio_01

baglio_01

baglio_01

Il Baglio San Vincenzo è circondato da dolci colline, comprese tra la riserva naturalistica della Valle del Belice e la valle del Carboj, che da Menfi degradano verso il mare. Il paesaggio è scandito dall’alternarsi di vigneti, uliveti, agrumeti, ginestre e margherite in fiore, alberi di carrubo e fichi d’india, della pregiata varietà di Santa Margherita del Belice, importata dalle Americhe poco più di cinque secoli fa.

Il Baglio si trova al centro di un territorio rinomato nel mondo per le sue caratteristiche archeologiche, monumentali, paesaggistiche e balneari, eccezionali anche nel contesto italiano. Le mete più distanti sono raggiungibili al massimo in un’ora d’auto. In 15 minuti si arriva alle terme di Sciacca, pertanto il Baglio è una residenza di pregio anche per chi desidera effettuare cure termali.

Nell’antica Cantina, dove è ancora visibile il seicentesco palmento, utilizzato per il pestaggio dell’uva, e’ stata ricavata la sala ristorante, con una capacita’ ricettiva di 80 coperti.

Il ristorante affaccia sull’antica Corte, come anche la sala convegni, che può ospitare sino a 120 persone.