Guide: Gambero Rosso, Ristoranti d’Italia 2011

La guida ai “Ristoranti d’Italia 2011” del Gambero Rosso è giunta al traguardo. Sono oltre 1900 gli indirizzi recensiti: dai grandi classici agli chef emergenti, dalle trattorie ai wine bar, dalle pizzerie e birrerie agli etnici. Il filo conduttore? la qualità.

 

L’eccellenza è segnalata con tre forchette per i ristoranti, tre gamberi per le trattorie e tre bottiglie per i wine bar. Sul podio, a condividere il gradino più alto (94/100), sono stati Heinz Beck de ‘La Pergola’ all’Hotel Rome Cavalieri, Gennaro Esposito de La Torre del Saracino e Gianfranco Vissani. Secondo posto (93/100) a pari merito per Combal.Zero, Don Alfonso 1890 e il Reale di Niko Romito.

Tra le regioni, le eccellenze si sono distribuite in modo più omogeneo rispetto all’anno scorso. A contendersi il primato delle tre forchette sono state infatti Piemonte, Lombardia, Toscana, Lazio e Campania e a seguire Veneto e Marche, con due ristoranti a testa. La guida è corredata di cartine regionali con indicazioni dei comuni in cui sono segnalati i diversi tipi di locali e l’elenco regione per regione dei migliori indirizzi.

I migliori wine bar, a cui quest’anno il Gambero Rosso ha dedicato una scheda a pagina intera, sono stati scelti invece nel Lazio, che ha raccolto il maggior numero di tre bottiglie. Ed infine è cresciuto il numero di trattorie premiate con tre gamberi, ben 16.

Lascia un commento

Powered by WP Hashcash